LA TERRA TREMA:PLUTONE E URANO,PIANETI GALEOTTI

  • 0

LA TERRA TREMA:PLUTONE E URANO,PIANETI GALEOTTI

La terra trema: Plutone e Urano, pianeti “galeotti”.

 

 

Aspettando Giove in entrata nel segno dei Gemelli, non possiamo non renderci conto che, un aspetto importantissimo continua a svettare a fasi alterne, nella volta celeste: la quadratura tra Plutone e Urano, che si estende tra il segno del Capricorno e quello dell’Ariete.

Il potente aspetto, si paleserà con precisione a Giugno, rimanendo sino ad ottobre inoltrato, di quest’anno. Un po’ di respiro astrologico e nuovamente a Maggio del 2013. La ricomparsa ad aprile del 2014 fino a Dicembre dello stesso anno e, seppur debolmente, nel Gennaio del 2016.

Questi anni ultimi, saranno caratterizzati da un pesante aspetto alternato, cominciato nel 1998 e con il quale la società dovrà convivere a livello economico, politico e umano, ma soprattutto, confrontarsi.

Plutone (le origini/il vecchio), il pianeta che nasconde (morte e resurrezione) e Urano (la via nuova), il pianeta che rivela e stravolge. Una combinazione tra terra (radici/nascita) e fuoco (imprevisto/rivoluzione) davvero esplosiva.

A questo punto, vi chiederete perché sto occupandomi di questa quadratura, di cui pochi parlano e che, se non si è interessati seriamente all’astrologia, rimane solo ed esclusivamente, un aspetto dissonante nel cielo. L’aspetto di per sé, ha un’importanza fondamentale, perché nell’arco dei 18 anni esaurirà la sua lunga quadratura e, i cambiamenti che avrà prodotto, saranno visibili e radicali nella nostra società e in tutto ciò che la riguarda.

Plutone in transito nel segno del Capricorno, si porta appresso il governatore dell’elemento terreno, Saturno, che ha bisogno di uno sguardo attento, essendo in fase di uscita dalla Bilancia e ad un passo dal nuovo sito, quello dello Scorpione; quando il disegno sarà completato, i giochi saranno fatti. Saturno mantiene ciò che Urano fa saltare, quest’ultimo, particolarmente diverso da Plutone che i trasformismi non li vede di buon occhio, ma scava in profondità al fine di eliminare ciò che non ha sostanza, l’inutile e che può compromettere la durata nel tempo di ciò che è l’ordine costituito. Il segno del Capricorno è questo, l’ordine, lo stato, la politica.
Plutone transita il segno del Capricorno, segno governato da Saturno che, come ben sappiamo non è così avvezzo alle trasformazioni perché il suo principale scopo è di assicurare la durata nel tempo di tutto ciò che è strutturato. Il Capricorno rappresenta le “strutture” ed è quindi legato agli stati e a tutte quelle organizzazioni che gestiscono le risorse comuni.
Il lavoro che fa Plutone in questo segno è quello di “scardinare” pian piano ciò che non ha più sostanza per continuare e lo fa scavando in profondità e mostrando le crepe che stanno contaminando le radici; mette in luce le falsità che hanno minato le strutture, portando così pian piano a una lenta degradazione ciò che dovrà terminare per lasciare il posto a ciò che è puro e incontaminato su cui si potrà costruire e contare a lungo. Plutone è l’origine delle cose, Saturno è il distacco dalle futilità, quindi, la rigidità che aiuta Plutone e lega in una morsa il “nuovo” rappresentato da Urano che, seppur solingo, sia potente e pericoloso nel segno dell’Ariete. E’ il fuoco che sfugge alle azioni calibrate e conservatrici di Plutone e Saturno. Urano non suggerisce mai di voltar pagina, lo fa e basta. Se trova l’ostacolo, lo fa saltare.  Plutone e Urano, simbolicamente rappresentano il tiro alla fune, dove il vecchio frena e il nuovo, si libera. C’è da chiedersi, fino a che punto Plutone tratterrà l’ordine che di per sé, ha bisogno, di essere riveduto e corretto. Nel segno del Capricorno, il pianeta concentra se stesso su quelle che sono le sicurezze sociali, politiche ed economiche e il binomio quadrato, indica che è tempo di sollevare il velo d’ipocrisia che permane su tutto ciò che ritenevamo sicuro: tempo di verità, l’autenticità che manca e che serve a Plutone che è verità e falsità che sottilmente si legano, Urano, la miccia che brillerà solo su ciò che realmente vale la pena di essere mantenuto e parlerà voce nuova.

 

 

 

Alla luce di quanto detto ecco che la volta celeste ci presenta un quadro pensante che già sta mostrando i suoi sviluppi da brivido: attentati e terremoti.  Ma andiamo a Giugno, poiché già, gli effetti dell’aspetto pesante si sono già visti sulla collettività. Il mese di Giugno si apre con l’ascendente in Ariete, segno di fuoco: ha bisogno di agire. Il fuoco accende le sfide e non attende che le cose accadano per esprimere la sua vivacità propositiva, ma le fa accadere.

Entrando nel particolare, ecco che la “quadratura” lunga di cui stiamo scrivendo, accoglie nelle sue spire, altri segnali sconfortanti: il primo campo, l’ascendente oltre ad essere in segno di fuoco, accoglie Luna Mercurio Giove e Sole tra primo e secondo campo, il drappello di presenze astrali, va in sestile e in quadratura con Nettuno in cuspide dodicesimo (acqua e fuoco) e segno d’acqua. Giove e Sole (secondo campo- il denaro) ricevono la quadratura e Luna e Mercurio il sestile. Possibile crollo delle borse o difficoltà improvvise per quanto riguarda l’economia del Paese.  Nettuno inoltre, tende un’opposizione a Marte nel segno della Vergine dal sesto campo (lavoro e salute): la minaccia che potrebbe questa volta venire dall’acqua e considerando che, il lavoro e le città di mare possono essere interessate: qualche sbarco di profughi all’orizzonte? Marte al negativo e con l’opposizione di Nettuno è indice di lotte e contrasti, epidemie o febbri che divampano.  La fragilità psichica è qui evidenziata e la mancanza di senso pratico ha il sopravvento. Possibili scioperi o moti di ribellione. Nettuno in quadrato al Sole porta gli inganni, la disonestà, idee fisse e morbose, vicende immorali e raccapriccianti.
La cronaca nera dovrebbe dare in tal senso, l’esatta proporzione di questa influenza noir. Intanto, Urano e Plutone tra nono e dodicesimo campo, in giugno, dal nono al dodicesimo, estero e le vicende poco chiare e che vengono allo scoperto, portano nuova turbolenza nel mese di giugno. I due pianeti in aspetto portano cambiamenti epocali, profondi nella vita delle persone. Tensioni che possono sfociare in atti violenti e pericolosi per la gente. L’istinto prevale sulla ragione. Urano in quadrato è sempre negativo e porta le azioni estreme, gli atti rivoluzionari, gli incidenti voluti e provocati.  Un giugno per la collettività pesante e poco propenso a concedere sconti. Ultima particolarità da porre l’accento, il nono/decimo campo occupato da Plutone che si traduce in manie di grandezza, sogni di potere e crollo di prestigi repentini, inaspettati e questo per l’apporto del pianeta elettromagnetico, Urano. Ma Plutone è anche il fuoco che bolle nelle viscere della terra, il nono campo è l’estero, la possibilità che qualche movimento sismico importante possa sorprenderci c’è, ma anche vicende che riguardano il terrorismo, quindi, attentati che possono preoccupare, sia a livello politico, sia la gente del mondo. Il futuro avanza con forza e a fasi alternate, la volta celeste presenta, con questa quadratura pensante, uno scenario che, si spera sempre, possa ridimensionarsi e far meno danni possibili.

Nicla David

 

Copyright ©Nicla David di N.D La terra trema: Plutone e Urano, pianeti “galeotti”. Tutti i diritti dono riservati a Centro Studi Pianeta Cielo. E’ vietata quindi anche la riproduzione parziale dei contenuti astrologici.


Leave a Reply

Paga tramite Carta/Paypal

Newsletter

Oroscopo di Oggi

ariete toro gemelli cancro leone vergine bilancia scorpione sagittario capricorno acquario pesci
E per l'oroscopo personalizzato chiama:

899.32.52.97
899.43.42.11
899.24.24.21

Operatori

Almanacco del Giorno

Video in Evidenza

I Ching

Ultime dal forum

Siamo anche su Twitter