Monthly Archives: febbraio 2013

  • 0

Chi sono e da vengono questi ET?

CHI SONO E DA DOVE VENGONO ,QUESTI ET?

Li possiamo suddividerere dividere in 2 gruppi, quelli che cooperano col MIEC che definiamo ‘ostili’ e quelli non lo fanno ed hanno propositi amichevoli.

Nel primo gruppo, quelli negativi, si trovano:

1 – I Rettiliani autoctoni che vivono sul nostro pianeta da sempre e sono originari della Terra e, quindi, Rettiliani Terrestri
2 – I Rettiliani Draconiani che provengono da Alpha Draconis
3 – I Grigi Piccoli che arrivano da Zeta Reticuli della Costellazione di Orione
4 – I Grigi Alti e Bianchi che sono una Razza Ibrida di Umani-Grigi frutto della manipolazione genetica Oroniana
5 – I Siriani B che vengono dal piccolo Pianeta Sirio B nella Costellazione del Canis Majoris
6 – Gli Anunnaki che arrivarono sulla Terra da Nibirù al tempo dei dinosauri.

Nel secondo gruppo, quelli amici, ci sono:07I Telosiani sono Terrestri originari di Lemuria che vivono a Telos, una città sotterranea nelle viscere della Terra dove si rifugiarono prima del disastro che distrusse questo antico continente
08 – I Lyriani che provengono dalle Stelle della Costellazione della Lyra non dalla Alpha
09 – I Vegani dalla pelle blù che arrivarono da Vega, Stella Alpha Lyrae con i Lyriani
10 – I Pleiadiani che vengono dalle Pleiadi e completarono il nostro seme nel DNA (7° e 8° Strato)
11 – I Rigeliani Nordici che provengono da Rigel nella Costellazione di Orione, ma contrastano quelli negativi
12 – I Procyoniani che arrivano da Procyon che è la Stella più brillante della Costellazione del Canis Minoris
13 – I Tau Cetiani che provengono dalla Stella di Tau Ceti
14 – Gli Andromedani originari della Costellazione di Andromeda
15 – Gli Alpha Centauriani che arrivano dal sistema di Alpha Centauri nella Costellazione del Centaurus
16 – Gli Arturiani provenienti da Arcturus che è l’Alpha Bootis della Costellazione del Bovaro
17 – Gli Ummiti dal Pianeta Ummo della Costellazione della Virgo Majoris
18 – I Siriani A arrivano dalla Stella principale Sirius A, visibile ad occhio nudo della Costellazione del Canis.

A cura di Hellen per conto di centro studi pianeta cielo.

 

 


  • 0

Alieni le 4 confederazioni Aliene

Category : Rubriche

LE 4 CONFEDERAZIONI ALIENE:

Ci sono molte Razze, Confederazioni di civiltà Extraterrestri più o meno note che interagiscono con i Terrestri, esistono rapporti di ex militari riguardanti operazioni segrete di recupero di navette extraterrestri e di Entità Biologiche, ci sono le testimonianze di Addotti, vittime di rapimenti che sono stati coinvolti in Programmi Extraterrestri e dall’altra parte quelle dei Contattisti che hanno volontariamente incontrato gli Alieni.

Le Confederazioni sono:

1-L’Alleanza (Umanoidi provenienti dal Sistema di Altair nella Costellazione dell’Aquila)
2- La Corporate (Grigi provenienti dal Sistema di Zeta Reticuli)
3- La Federazione dei Mondi (Razze multi-etniche originarie da diversi Sistemi Stellari)
4- Le Razze Unite di Orione (diverse culture del Sistema Stellare di Orione Tutte e 4 sono affiliate tra loro, ma ne esiste una ostile che è considerata fuorilegge interplaneta

Diverse Razze Aliene influirono sulla politica dei governi Terrestri e vorrebbero continuare a farlo, altre vogliono aiutarci, ma si può fare confusione facilmente.

Si possono suddividere in 2 categorie distinte, una che collabora con i Governi Ombra negli Stati Uniti ed in altri Paesi, il MIEC – Military Industrial Extraterrestrial Complex, cioè un complesso di interessi militari e industriali Extraterrestri che controlla attualmente la maggior parte delle informazioni riguardanti la presenza Aliena sulla Terra, domina le istituzioni governative in tutto il pianeta, gli interessi finanziari, i mass media, ed è il responsabile dei problemi sistemici globali.

Questi E.T. condividono la propria tecnologia con le Agenzie di sicurezza nazionali nei “progetti segreti reciprocamente vantaggiosi” che, a seguito delle politiche dei Governi Ombra, portano alla violazione dei diritti umani e a danni globali per l’ambiente.

Le razze che collaborano con i Governi Ombra sono parte integrante del MIEC, questo complesso militare industriale Extraterrestre che sperpera risorse attraverso fondi neri negli Stati Uniti e altrove, partecipando a progetti segreti che danneggiano i cittadini privati, le nazioni in via di sviluppo e l’intero environment globale.

Il secondo gruppo di Extraterrestri non fa parte degli accordi nascosti tra Razze ET, Governi Ombra ed Agenzie per la sicurezza nazionale.

La maggioranza dei Contattisti li descrive amichevoli nei riguardi degli interessi umani e c’è un approccio più etico verso la sfida che attende i Terrestri quando sarà resa nota la presenza e la tecnologia Extraterrestre.

Quelli che si sono rifiutati di far parte del MIEC potrebbero rivelarsi la chiave per risolvere i problemi sistemici globali causati dal primo gruppo e dal Governo Ombra, perché non vogliono essere coinvolti col MIEC a livello etico, scegliendo però di svolgere principalmente un ruolo di Osservatori mentre la maggior parte del genere umano viene sfruttata dall’élite e dagli Extraterrestri associati con il MIEC.

Quelli che non fanno parte del MIEC hanno un impatto minimo sulla società, però sono impediti dall’intervenire su larga scala a causa degli accordi che hanno con gli altri, di conseguenza optano per la politica di non-intervento.

I problemi globali causati in 50 anni dal MIEC, si stanno evolvendo rapidamente e minano la libertà e la sovranità della razza umana, l’alternativa è quella collaborare con gli ET che operano al di fuori del MIEC, i quali sembrano avere buoni propositi per l’umanità.


  • 0

OFFERTA DEL MESE

 SERVIZIO PREPAGATO PER DISABILITATI

Chiama lo 0423.70.52.54  – 30% 

Costo €.0.65  ivato bonus a tutti.

INFO.199.24.24.80

 

Grande novità per gli iscritti e clienti del Centro Studi Pianeta Cielo, che arricchisce i suoi servizi con un esperto pronto a rispondere via mail, a tutte le vostre domande e perplessità su problemi di coppia, problemi con il cibo, problemi con i figli, problemi sul lavoro.L’appuntamento con l’esperto “La Psicologa” può essere richiesto al numero 199.24.24.80 o scrivendo a: info@centrostudipianetacielo.it e solo dopo, potrete avere la vostra risposta esaustiva su ciò che vi preme sapere a questo indirizzo mail raccontando con precisione il vostro problema: cspclapsicologa@gmail.com

 

 


 

  • 0

LA TERRA TREMA:PLUTONE E URANO,PIANETI GALEOTTI

La terra trema: Plutone e Urano, pianeti “galeotti”.

 

 

Aspettando Giove in entrata nel segno dei Gemelli, non possiamo non renderci conto che, un aspetto importantissimo continua a svettare a fasi alterne, nella volta celeste: la quadratura tra Plutone e Urano, che si estende tra il segno del Capricorno e quello dell’Ariete.

Il potente aspetto, si paleserà con precisione a Giugno, rimanendo sino ad ottobre inoltrato, di quest’anno. Un po’ di respiro astrologico e nuovamente a Maggio del 2013. La ricomparsa ad aprile del 2014 fino a Dicembre dello stesso anno e, seppur debolmente, nel Gennaio del 2016.

Questi anni ultimi, saranno caratterizzati da un pesante aspetto alternato, cominciato nel 1998 e con il quale la società dovrà convivere a livello economico, politico e umano, ma soprattutto, confrontarsi.

Plutone (le origini/il vecchio), il pianeta che nasconde (morte e resurrezione) e Urano (la via nuova), il pianeta che rivela e stravolge. Una combinazione tra terra (radici/nascita) e fuoco (imprevisto/rivoluzione) davvero esplosiva.

A questo punto, vi chiederete perché sto occupandomi di questa quadratura, di cui pochi parlano e che, se non si è interessati seriamente all’astrologia, rimane solo ed esclusivamente, un aspetto dissonante nel cielo. L’aspetto di per sé, ha un’importanza fondamentale, perché nell’arco dei 18 anni esaurirà la sua lunga quadratura e, i cambiamenti che avrà prodotto, saranno visibili e radicali nella nostra società e in tutto ciò che la riguarda.

Plutone in transito nel segno del Capricorno, si porta appresso il governatore dell’elemento terreno, Saturno, che ha bisogno di uno sguardo attento, essendo in fase di uscita dalla Bilancia e ad un passo dal nuovo sito, quello dello Scorpione; quando il disegno sarà completato, i giochi saranno fatti. Saturno mantiene ciò che Urano fa saltare, quest’ultimo, particolarmente diverso da Plutone che i trasformismi non li vede di buon occhio, ma scava in profondità al fine di eliminare ciò che non ha sostanza, l’inutile e che può compromettere la durata nel tempo di ciò che è l’ordine costituito. Il segno del Capricorno è questo, l’ordine, lo stato, la politica.
Plutone transita il segno del Capricorno, segno governato da Saturno che, come ben sappiamo non è così avvezzo alle trasformazioni perché il suo principale scopo è di assicurare la durata nel tempo di tutto ciò che è strutturato. Il Capricorno rappresenta le “strutture” ed è quindi legato agli stati e a tutte quelle organizzazioni che gestiscono le risorse comuni.
Il lavoro che fa Plutone in questo segno è quello di “scardinare” pian piano ciò che non ha più sostanza per continuare e lo fa scavando in profondità e mostrando le crepe che stanno contaminando le radici; mette in luce le falsità che hanno minato le strutture, portando così pian piano a una lenta degradazione ciò che dovrà terminare per lasciare il posto a ciò che è puro e incontaminato su cui si potrà costruire e contare a lungo. Plutone è l’origine delle cose, Saturno è il distacco dalle futilità, quindi, la rigidità che aiuta Plutone e lega in una morsa il “nuovo” rappresentato da Urano che, seppur solingo, sia potente e pericoloso nel segno dell’Ariete. E’ il fuoco che sfugge alle azioni calibrate e conservatrici di Plutone e Saturno. Urano non suggerisce mai di voltar pagina, lo fa e basta. Se trova l’ostacolo, lo fa saltare.  Plutone e Urano, simbolicamente rappresentano il tiro alla fune, dove il vecchio frena e il nuovo, si libera. C’è da chiedersi, fino a che punto Plutone tratterrà l’ordine che di per sé, ha bisogno, di essere riveduto e corretto. Nel segno del Capricorno, il pianeta concentra se stesso su quelle che sono le sicurezze sociali, politiche ed economiche e il binomio quadrato, indica che è tempo di sollevare il velo d’ipocrisia che permane su tutto ciò che ritenevamo sicuro: tempo di verità, l’autenticità che manca e che serve a Plutone che è verità e falsità che sottilmente si legano, Urano, la miccia che brillerà solo su ciò che realmente vale la pena di essere mantenuto e parlerà voce nuova.

 

 

 

Alla luce di quanto detto ecco che la volta celeste ci presenta un quadro pensante che già sta mostrando i suoi sviluppi da brivido: attentati e terremoti.  Ma andiamo a Giugno, poiché già, gli effetti dell’aspetto pesante si sono già visti sulla collettività. Il mese di Giugno si apre con l’ascendente in Ariete, segno di fuoco: ha bisogno di agire. Il fuoco accende le sfide e non attende che le cose accadano per esprimere la sua vivacità propositiva, ma le fa accadere.

Entrando nel particolare, ecco che la “quadratura” lunga di cui stiamo scrivendo, accoglie nelle sue spire, altri segnali sconfortanti: il primo campo, l’ascendente oltre ad essere in segno di fuoco, accoglie Luna Mercurio Giove e Sole tra primo e secondo campo, il drappello di presenze astrali, va in sestile e in quadratura con Nettuno in cuspide dodicesimo (acqua e fuoco) e segno d’acqua. Giove e Sole (secondo campo- il denaro) ricevono la quadratura e Luna e Mercurio il sestile. Possibile crollo delle borse o difficoltà improvvise per quanto riguarda l’economia del Paese.  Nettuno inoltre, tende un’opposizione a Marte nel segno della Vergine dal sesto campo (lavoro e salute): la minaccia che potrebbe questa volta venire dall’acqua e considerando che, il lavoro e le città di mare possono essere interessate: qualche sbarco di profughi all’orizzonte? Marte al negativo e con l’opposizione di Nettuno è indice di lotte e contrasti, epidemie o febbri che divampano.  La fragilità psichica è qui evidenziata e la mancanza di senso pratico ha il sopravvento. Possibili scioperi o moti di ribellione. Nettuno in quadrato al Sole porta gli inganni, la disonestà, idee fisse e morbose, vicende immorali e raccapriccianti.
La cronaca nera dovrebbe dare in tal senso, l’esatta proporzione di questa influenza noir. Intanto, Urano e Plutone tra nono e dodicesimo campo, in giugno, dal nono al dodicesimo, estero e le vicende poco chiare e che vengono allo scoperto, portano nuova turbolenza nel mese di giugno. I due pianeti in aspetto portano cambiamenti epocali, profondi nella vita delle persone. Tensioni che possono sfociare in atti violenti e pericolosi per la gente. L’istinto prevale sulla ragione. Urano in quadrato è sempre negativo e porta le azioni estreme, gli atti rivoluzionari, gli incidenti voluti e provocati.  Un giugno per la collettività pesante e poco propenso a concedere sconti. Ultima particolarità da porre l’accento, il nono/decimo campo occupato da Plutone che si traduce in manie di grandezza, sogni di potere e crollo di prestigi repentini, inaspettati e questo per l’apporto del pianeta elettromagnetico, Urano. Ma Plutone è anche il fuoco che bolle nelle viscere della terra, il nono campo è l’estero, la possibilità che qualche movimento sismico importante possa sorprenderci c’è, ma anche vicende che riguardano il terrorismo, quindi, attentati che possono preoccupare, sia a livello politico, sia la gente del mondo. Il futuro avanza con forza e a fasi alternate, la volta celeste presenta, con questa quadratura pensante, uno scenario che, si spera sempre, possa ridimensionarsi e far meno danni possibili.

Nicla David

 

Copyright ©Nicla David di N.D La terra trema: Plutone e Urano, pianeti “galeotti”. Tutti i diritti dono riservati a Centro Studi Pianeta Cielo. E’ vietata quindi anche la riproduzione parziale dei contenuti astrologici.


  • 0

RASPUTIN :UN MEDIUM AL SERVIZIO DEGLI ZAR

Category : Rubriche

RASPUTIN:UN MEDIUM AL SERVIZIO DEGLI ZAR

Pubblicato il 5 luglio 2011 da Valentina

UN MEDIUM AL SERVIZIO DEGLI ZAR: RASPUTIN

Una presenza che contò tanto per una “Famiglia” che con la sua comparsa nella vita della famiglia reale russa, una leggenda che ancora oggi sopravvive, parliamo di Grigorij Efimovic Rasputin. La  sua presenza in quel di Pietroburgo, nella famiglia Romanov, ne determinò l’inesorabile futuro  della stessa. Con il suo enorme potere, riuscì a influenzare la vita politica e sociale dell’ultima  dinastia zarista, misterioso, enigmatico, incuteva disagio, paura al sol vederlo, questo era  Rasputin. La sua morte, ancora oggi è ammantata di mistero, fece scivolare in un baratro  distruttivo quel poco che rimaneva del grande impero russo, difatti, solo pochi giorni dopo il suo   assassinio avvenuto il 26/12/1916, la rivoluzione bolscevica inghiottì tutti, spazzando via un pezzo  di storia. Ma chi era Grigorij Efimovic Rasputin? Nato nel 1871 in Siberia, in un villaggio sperduto e   situato tra le paludi, Pokrovskoie, noto perché abitato per la quasi totalità da ex galeotti, egli si
dilettava a rubare cavalli o aggredire i viandanti e viaggiatori. Una vita spesa in dissolutezze, dove  crimini e misfatti facevano da cornice al suo vivere, poi, l’incontro che ne cambiò l’incedere e il   corso della sua vita e dove apprese, attraverso le lunghe conversazioni con un prete- seminarista,   che accompagnava al Monastero di Werchoturje, quando faceva il cocchiere, che lo convincerà a  scegliere, seppur non avesse ricevuto gli ordini sacri ed era analfabeta, la vita monastica. Da quel  momento venne a contatto con giovani monaci seguaci della setta dei Chlysty (i flagellanti da chlyst/frusta), dove gli adepti per comunicare con l’Altissimo, praticavano su di sé le peggiori mortificazioni corporali.
Il suo ritorno fece clamore, ricomparve vestito di sola tonaca scura fermata alla vita da una cintura di corda. L’uomo metteva soggezione, la sua corporatura robusta e atletica
e la lunga barba incolta, ne facevano un temibile figuro agli occhi della gente ma nonostante
questo, egli emanava un forte magnetismo personale che ammaliava le persone. Seduceva con il  suo sguardo uomini e donne, tant’è che grazie a questo forte ascendente che aveva sulla gente, al  suo potente carisma, Rasputin (nome che deriva da “rasputnik”: dissoluto, corrotto), riuscì ad  inserirsi nelle alte sfere imperiali e condizionare con il suo potere occulto, le menti delle persone, fino a modificare le decisioni politiche, sociali del governo zarista. Pazzo, santone, guaritore, consigliere delle belle dame di corte, diplomatico, psicologo ma soprattutto egli era riconosciuto come il sensitivo Reverendo padre.
Per Rasputin la salvezza dell’anima poteva accadere solo se ci si pentiva, ma che per farlo, bisognava peccare. La bella vita lo accompagnava, era ricevuto nei salotti più esclusivi, partecipava a banchetti sontuosi, dove scorrevano fiumi di champagne e vodka, con dame a contorno che attendevano servisse loro caviale in coppe di cristallo, mentre pendevano dalle sue labbra per ogni parola che diceva. La fragile zarina lo volle accanto a sé,
introducendolo nella casa degli zar, affinché si occupasse dell’erede al trono affetto da emofilia e Rasputin secondo le voci del tempo, lo guarì. Il suo potere divenne enorme, tant’è che i nemici dello zar, oltre a lui e la zarina, inserirono anche lui tra i nemici del popolo. .
Leone (io voglio) ascendente Ariete (io sono), esprimono nel suo grafico Natale la voglia di esserci in prima persona e a tutti i costi, con ogni mezzo. Luna (io vorrei/io uso) e Saturno (io dispenso/io tolgo) nel Capricorno è l’infelicità data, Giove in Cancro in pessimo aspetto alla Luna, colorano negativamente le sue pillole di saggezza che non erano altro che il mezzo per ottenere il potere, elargite a personalità deboli e plagiabili. Personalità istrionica, con un Mercurio (io parlo) nel Leone (io voglio) in ottimo aspetto con Marte (io smuovo) e Nettuno (io illudo/io sogno/io inganno), è la sua particolare capacità dialettica ad essere in primo piano. Un potere nella voce che incanta.
Marte e Nettuno in opposizione segnano una personalità disturbata, dove la collera, la violenza e le molte facce di una stessa maschera convivevano, confondendone la sua identità. Urano (io stravolgo) quadrato a Nettuno indica che Rasputin aveva sogni di grandezza difficilmente governabili, perché guidato potentemente dall’inganno di Nettuno. Non c’era un uomo lucido, i consigli che elargiva condizionanti e non era certo lungimirante, astrologicamente parlando appare più come uno strano personaggio che attingeva da un mondo sotterraneo cose che non capiva, che ne facevano sicuramente un sensitivo -, ma che al contempo disturbavano la sua psiche, facendolo arrivare a sentire su di sé, uno strano delirio di onnipotenza.  Arrivarono a chiamarlo ” lo zar sopra lo zar”, a causa della sua ingerenza nelle questioni di Stato, dove muoverà abilmente i suoi protetti a discapito di ministri e generali. Gli zar pendevano dalle sue labbra, ascoltavano le sue parole, seguivano i suoi consigli e questo alla fine lo fece additare dagli oppositori dell’impero, come il ” genio malvagio della Russia”.
Così, il principe Felix Jussupoff, il granduca Dimitri Pawlovich, il deputato Purishkevich e il medico  Lazawert, decisero che era venuto il momento di eliminare Rasputin e con un inganno il 16 e il 17 dicembre 1916, gli fecero credere che la moglie del principe Jussupoff voleva sottoporsi a ipnosi e Rasputin catturato dalla sua ingordigia di piacere alla donna e aumentare il numero delle donne compiacenti ai suoi voleri, cade nella trappola dei congiuranti, che dopo averlo ucciso, si liberano del suo corpo gettandolo nel fiume e mettendo finalmente la parola fine ad una presenza avida e scomoda alla corte degli zar.

Nicla
Copyright ©Nicla di N.D. UN Medium al servizio degli zar: Rasputin. Tutti i diritt riservataa Studio Pianeta Cielo.

 


  • 0

CAGLIOSTRO

Cagliostro e Balsamo

Pubblicato il 5 luglio 2011 da Valentina

Cagliostro e Balsamo una persona sola?

“Maiolo. Cagliostro chi era? Una ricca bibliografia, narra le vicende ammantate di mistero che a tutt’oggi non sono riuscite a districare la matassa della sua incredibile vita. Un vero rebus che ogni volta che se ne parla, s’infittisce, senza riuscire a far luce sulla vicenda dell’inafferrabile. La maggioranza degli studiosi asserisce che Giuseppe Balsamo e Alessandro Cagliostro erano la stessa persona. La testimonianza che più “sconvolge” e “coinvolge” è quella del signor Sincero Greppi: – Il vero Cagliostro non fu mai imprigionato a San Leo.
Io trovai il suo teschio alle falde del monte Maiolo, il 26 agosto del 1986, in una notte di luna piena. Cagliostro e Balsamo non sono la stessa persona. Cagliostro, aveva occhi azzurri e carnagione chiara. Le sue caratteristiche somatiche presentavano tratti particolari e che sono stati rilevati anche nel teschio che ho trovato nel posto indicatomi da Lui. Era nato a Medina in Arabia Saudita nel 1749. Giuseppe Balsamo invece era più giovane. Nacque a Palermo nel 1743, aveva la carnagione scura ed era poco bello.-
Dove sta la verità? Certo che la figura di Cagliostro, ha lasciato un’impronta profonda nell’immaginario collettivo, dividendo gli studiosi di tutto il mondo in due scuole di pensiero. La prima identifica Giuseppe Balsamo conte di Cagliostro così: “Un avventuriero palermitano che tentò di fondare a Roma una loggia Massonica e che come risultato ottenne solo quello di venire condannato dall’Inquisizione ed essere rinchiuso nel Forte del Borgo di San Leo, sorvegliato giorno e notte, per il timore che potesse scatenare la sua malvagità e chiamare in aiuto le forze del male a causa degli strani poteri che aveva. La seconda, in coloro i quali identificano il Cagliostro nel divulgatore dell’esoterismo, che incantò le corti di mezza Europa,
influenzando il pensiero Illuminista. Il benefattore che donava oro a poveri e diseredati, che conosceva il segreto della Pietra Filosofale. Celebrato per la sua intuizione, esaltò il trascendente.
Oggi, c’è già chi sta rivalutando il rappresentativo personaggio, del resto l’unicità del fenomeno presentatosi in un periodo storico rilevante, indica chiaramente che qualcosa di “non comune” era avvenuto. Goethe, Dumas, i massimi artisti, ma anche critici, moralisti, medici, psichiatri, hanno sentito il bisogno di rivoltare come un calzino, l’enigma Cagliostro, come mai? Giuseppe Balsamo conte di Cagliostro, o Alessandro Cagliostro, oppure Balsamo trasformato in Cagliostro? La fine del primo, secondo alcuni segnò la nascita dell’altro? Forse dovremmo rimandare anche noi ai “posteri” l’ardua sentenza?
I fiumi d’inchiostro versati su questo particolarissimo personaggio, non hanno fatto molta luce sulla vicenda.
Più si scorrono le pagine dei testi d’eminenti scrittori del passato, o di nostri contemporanei, ognuno impegnato a dare la sua versione illuminata di ciò che accadde nel 1700, ci si rende conto che invece di chiarire, la vicenda diventa più difficile da comprendere, arricchendosi di un fascino senza eguali. Unica cosa certa, la Cagliostrina, l’angusta prigione che accolse Cagliostro, fino allo spegnersi della sua vita.
Il ritrovamento alle falde del monte Maiolo di uno dei tanti teschi attribuitigli che a differenza di altri, presenta una strana scritta che secondo Sincero Greppi, potrebbe trattarsi di una scritta aramaica e chissà (aggiungiamo noi), visto le incredibili capacità del Conte, profondo conoscitore del mondo occulto, che non sia una frase chiave che riuscì a imprimersi con la sola forza del pensiero e indicante (ma entriamo nel fantastico) un segreto Alchemico?
Cagliostro è stato sicuramente un uomo che ha abbracciato il fantastico, ma anche un faccendiere come lo dipingono alcune cronache dell’epoca; un mago con poteri che andavano oltre l’inimmaginabile e forse un uomo carismatico che di questa sua potente “arma” si serviva per plagiare le menti degli uomini, persuaderle di qualcosa che forse egli stesso non sapeva quantificare; chi dice che fosse un genio incompreso che aveva scoperto segreti importanti e altri ancora che grazie alle sue conoscenze, forse riuscì a sdoppiare se stesso (?)…

Nicla
Copyright © Nicla di N.D. Azzurrina. Tutti i diritti riservati a Centro  Studi Pianeta Cielo –


  • 0

AZZURRINA

Category : Rubriche

AZZURRINA, IL FANTASMA
Del Castello di Montebello

Montebello (Rimini) è la località in cui si svolge la vicenda.
Un bellissimo castello, visitabile tutt’ ora, è stato testimone della tragedia che ha sconvolto la vita della famiglia di Ugolinuccio, allora, Signore del luogo.
Ma ritorniamo al tempo in cui avvennero i fatti. Seconda metà del XIVsec.
Nel castello viveva una famiglia benestante, Malatesta, Signori del posto. La vita scorreva serena, nonostante il periodo controverso (storico).

La coppia vive la felicità della nascita di una splendida bambina, Guendalina (Malatesta). Ma la sorte gioca con le loro vite, perché Guendalina nasce con i capelli bianchi (albina). Nel Medioevo, l’albinismo, era segno di sventura e stregoneria. Chi ne era colpito veniva accusato di essere indemoniato e condannato a morte atroce.
I genitori di Guendalina, per farla sopravvivere, le tingono i capelli con una sostanza a base erbe, che scuriscono la chioma, ma al contatto con la luce del sole, emana dei riflessi azzurri. Da questo anomalia, la piccola, ebbe il nome di Azzurrina. I genitori per tutelarla, decidono di non farla mai uscire dal castello, ma cercano in ogni modo di allietare le sue giornate. E’ scortata da due guardie in ogni momento delle sue giornate. Curata amorevolmente da mamma e servitù, la piccola cresce serenamente sino a quel tragico 21 giugno 1375.

Quel giorno, un forte temporale imperversava nella zona, … i lampi squarciavano il cielo,  illuminando la campagna circostante. Azzurrina giocava con una palla fatta di pezza e corda, come si usava a quel tempo. Ad un tratto la palla le sfuggì di mano rotolando lungo una scala che conduceva alle cantine del castello. Guendalina scese lungo i gradini con l’intento di recuperare il suo giocattolo. Le guardie non l’accompagnarono, poichè la scala conduceva alla cantina ed alla ghiacciaia, non c’erano pericoli nè altre uscite.
Ma un grido lacerò l’aria! I due soldati si precipitarono verso la scala. Ma…di Azzurrina non c’era traccia. Era come svanita nel nulla.
Per molti giorni, il castello, le campagne e l’intero borgo, furono setacciati nella disperata ricerca della bambina. Ma non fu mai più ritrovata.
(Interno del castello. Scorcio delle cantine)

azzurrina-il-fantasma_01.jpg

Da quel tragico 21 giugno, ogni 5 anni, nella notte del solstizio d’estate, nel castello di Montebello, appare il Fantasma di Azzurrina. La si sente ridere, parlare o piangere. Molti i testimoni, tra cui anche una troup della Rai che casualmente riuscì a registrare suoni e voci durante un servizio svolto sul luogo.
L’Università di Bologna ha registrato nello stesso posto un nastro, ove si odono suoni da cui emerge il pianto di una bambina alternata dal rombare dei tuoni, come se ci fosse un temporale. (1990)
Nel 1995 (21 giugno), l’Università di Bologna, volendo approfondire lo studio sul fenomeno, riesce a captare nuovi suoni: il rumore della palla che rimbalza lungo le scale, il ritocco delle campane, la voce di una bimba (Guendalina?) che chiama “Mamma”. Nel 2000 nuove registrazioni vengono eseguite, ed il fenomeno si ripete creando sconcerto anche nei ricercatori più scettici.

 

Altre testimonianze le ritroviamo in una cronaca del ‘600 presente in uno dei volumi della biblioteca del Castello.
Nel 1989, l’anno precedente alle prime intercettazioni, il Castello fu ristrutturato dagli eredi Giunti, per creare un museo con visite guidate. Durante i lavori, che si estesero anche alle cantine, vennero alla luce molti cunicoli, alcuni portavano ad accessi murati nei secoli precedenti, per scongiurare saccheggi ed attacchi. Tutte le porte murate vennero abbattute, dando libero accesso alle stanze, tranne una. Durante la ristrutturazione, si accorsero che una stanza non era più accessibile. Chi murò l’accesso,fece in modo, che se fosse stato violato, la stabilità dell’intero castello sarebbe stata compromessa.

 

I misteri non hanno fine a Montebello. Durante le visite guidate, numerosi i turisti che sentono voci accavallarsi a quelle delle guide, passi e rumori,…
Spesso i visitatori, si sentono male, vengono assaliti da stati d’ansia, alcuni svengono,…

Sempre nel castello, è presente una panca color rosso-sangue dove vi è raffigurata una donna incinta all’interno di una tenda. La panca pur avendo oltre 1000 anni, si mantiene intatta nel tempo. Alcuni dicono sia stata tinta con il sangue. La panca fu donata al ritorno di una delle crociate.
La storia legata a questa panca è orribile. Si narra che serviva al controllo demografico della tribù a cui fu sottratta. Quando il popolo arrivava ad un numero prestabilito di abitanti, le donne partorienti, venivano legate sulla panca, in maniera tale da impedire loro il parto, condannandole insieme al feto, a morte certa dopo terribili agonie.

 

Uno dei custodi assunti dagli eredi del Castello, qualche anno fa, fu testimone di un fatto sconcertante: nella sala in cui è custodita la panca, mentre era impegnato nelle pulizie serali di routin, sentì dei rumori alle sue spalle. Quando si voltò … una donna scalza camminava sul soffitto, fissandolo. La donna era a testa in giù e la sua lunga chioma sfiorava il pavimento. Il racconto del custode fu avvalorato dalle impronte femminili, ritrovate sul soffitto. Rimaste indelebili per molti anni.

Anche nel 2005 furono eseguite nuove registrazioni,… ma non hanno dato soluzione … il mistero continua!

AZZURRINA, IL FANTASMA
Del Castello di Montebello

Montebello (Rimini) è la località in cui si svolge la vicenda.
Un bellissimo castello, visitabile tutt’ ora, è stato testimone della tragedia che ha sconvolto la vita della famiglia di Ugolinuccio, allora, Signore del luogo.
Ma ritorniamo al tempo in cui avvennero i fatti. Seconda metà del XIVsec.
Nel castello viveva una famiglia benestante, Malatesta, Signori del posto. La vita scorreva serena, nonostante il periodo controverso (storico).

La coppia vive la felicità della nascita di una splendida bambina, Guendalina (Malatesta). Ma la sorte gioca con le loro vite, perché Guendalina nasce con i capelli bianchi (albina). Nel Medioevo, l’albinismo, era segno di sventura e stregoneria. Chi ne era colpito veniva accusato di essere indemoniato e condannato a morte atroce.
I genitori di Guendalina, per farla sopravvivere, le tingono i capelli con una sostanza a base erbe, che scuriscono la chioma, ma al contatto con la luce del sole, emana dei riflessi azzurri. Da questo anomalia, la piccola, ebbe il nome di Azzurrina. I genitori per tutelarla, decidono di non farla mai uscire dal castello, ma cercano in ogni modo di allietare le sue giornate. E’ scortata da due guardie in ogni momento delle sue giornate. Curata amorevolmente da mamma e servitù, la piccola cresce serenamente sino a quel tragico 21 giugno 1375.

Quel giorno, un forte temporale imperversava nella zona, … i lampi squarciavano il cielo,  illuminando la campagna circostante. Azzurrina giocava con una palla fatta di pezza e corda, come si usava a quel tempo. Ad un tratto la palla le sfuggì di mano rotolando lungo una scala che conduceva alle cantine del castello. Guendalina scese lungo i gradini con l’intento di recuperare il suo giocattolo. Le guardie non l’accompagnarono, poichè la scala conduceva alla cantina ed alla ghiacciaia, non c’erano pericoli nè altre uscite.
Ma un grido lacerò l’aria! I due soldati si precipitarono verso la scala. Ma…di Azzurrina non c’era traccia. Era come svanita nel nulla.
Per molti giorni, il castello, le campagne e l’intero borgo, furono setacciati nella disperata ricerca della bambina. Ma non fu mai più ritrovata.
(Interno del castello. Scorcio delle cantine)

azzurrina-il-fantasma_01.jpg

Da quel tragico 21 giugno, ogni 5 anni, nella notte del solstizio d’estate, nel castello di Montebello, appare il Fantasma di Azzurrina. La si sente ridere, parlare o piangere. Molti i testimoni, tra cui anche una troup della Rai che casualmente riuscì a registrare suoni e voci durante un servizio svolto sul luogo.
L’Università di Bologna ha registrato nello stesso posto un nastro, ove si odono suoni da cui emerge il pianto di una bambina alternata dal rombare dei tuoni, come se ci fosse un temporale. (1990)
Nel 1995 (21 giugno), l’Università di Bologna, volendo approfondire lo studio sul fenomeno, riesce a captare nuovi suoni: il rumore della palla che rimbalza lungo le scale, il ritocco delle campane, la voce di una bimba (Guendalina?) che chiama “Mamma”. Nel 2000 nuove registrazioni vengono eseguite, ed il fenomeno si ripete creando sconcerto anche nei ricercatori più scettici.

 

Altre testimonianze le ritroviamo in una cronaca del ‘600 presente in uno dei volumi della biblioteca del Castello.
Nel 1989, l’anno precedente alle prime intercettazioni, il Castello fu ristrutturato dagli eredi Giunti, per creare un museo con visite guidate. Durante i lavori, che si estesero anche alle cantine, vennero alla luce molti cunicoli, alcuni portavano ad accessi murati nei secoli precedenti, per scongiurare saccheggi ed attacchi. Tutte le porte murate vennero abbattute, dando libero accesso alle stanze, tranne una. Durante la ristrutturazione, si accorsero che una stanza non era più accessibile. Chi murò l’accesso,fece in modo, che se fosse stato violato, la stabilità dell’intero castello sarebbe stata compromessa.

 

I misteri non hanno fine a Montebello. Durante le visite guidate, numerosi i turisti che sentono voci accavallarsi a quelle delle guide, passi e rumori,…
Spesso i visitatori, si sentono male, vengono assaliti da stati d’ansia, alcuni svengono,…

Sempre nel castello, è presente una panca color rosso-sangue dove vi è raffigurata una donna incinta all’interno di una tenda. La panca pur avendo oltre 1000 anni, si mantiene intatta nel tempo. Alcuni dicono sia stata tinta con il sangue. La panca fu donata al ritorno di una delle crociate.
La storia legata a questa panca è orribile. Si narra che serviva al controllo demografico della tribù a cui fu sottratta. Quando il popolo arrivava ad un numero prestabilito di abitanti, le donne partorienti, venivano legate sulla panca, in maniera tale da impedire loro il parto, condannandole insieme al feto, a morte certa dopo terribili agonie.

 

Uno dei custodi assunti dagli eredi del Castello, qualche anno fa, fu testimone di un fatto sconcertante: nella sala in cui è custodita la panca, mentre era impegnato nelle pulizie serali di routin, sentì dei rumori alle sue spalle. Quando si voltò … una donna scalza camminava sul soffitto, fissandolo. La donna era a testa in giù e la sua lunga chioma sfiorava il pavimento. Il racconto del custode fu avvalorato dalle impronte femminili, ritrovate sul soffitto. Rimaste indelebili per molti anni.

Anche nel 2005 furono eseguite nuove registrazioni,… ma non hanno dato soluzione … il mistero continua!


  • 0

Pesci Oroscopo Febbraio 2013

Pesci:

Le Stelle di Febbraio 2013

PESCI (IO CREDO)

Febbraio per il segno dei Pesci apre con un gigantesco Stellium di pianeti che fan pensare ad una grande rivoluzione nel vostro vivere. Grandi manovre nella vostra casa, molti di voi, finiranno con il decidere di acquistare o rinnovare la casa che abitano, altri, cercheranno altrove il loro nido dei sogni o tenteranno l’affare. Trasferimenti temporanei per motivi di studio o salute sono dietro l’angolo. Il grande trigono che tocca il vostro cielo, inserisce fortuna laddove i transiti più deboli disturbano. Soluzioni importanti e innovative per quanto riguarda trattamenti estetici o di altra natura. Il rinnovamento del segno è cominciato e la svolta in Febbraio già si vedrà. La professione per chi è autonomo, comincia a ridare ossigeno e porta finalmente luce e speranza di rinnovamento e guadagni tanto attesi. Chi lavora alle dipendenze, comincerà a pensare che è giunto il momento di staccarsi e cominciare a progettare il proprio futuro, le donne saranno partner eccellenti per le nuove società che nasceranno e che potrebbero avere anche risvolti interessanti da un punto di vista sentimentale. Il segno ha sempre bisogno dell’aiuto della partner, molte sono le aziende familiari dove il tocco femminile è importante ed evita ai Pesci uomini, di cadere nella morsa del pessimismo e farcela, anche se poi, la punta di egoismo che vi pervade sempre, non vi mette nelle condizioni di riconoscere l’importanza del ruolo femminile al
vostro fianco. Le imprese familiari dunque, avranno la possibilità di esprimere il meglio e sempre con al fianco una donna. La figura femminile però è da guardare anche come titolare del segno dei Pesci, come per l’uomo del segno, anche in questo caso, i successi professionali e la possibilità di riuscire a costruire qualcosa di nuovo e da sole, c’è, anche se questa volta non avrete bisogno come per l’uomo della compagno. La donna Pesci è la forza per eccellenza per quanto riguarda il lavoro, mentre per quanto concerne l’amore, avrà ancora un mese ballerino e poco risolutivo per le questioni sentimentali. Buone possibilità dall’estero, sia per il lavoro e sia per l’amore. Chi è in coppia avrà la possibilità di dedicarsi un po’ di più al partner che state disattendendo visibilmente.
Benessere: la quadratura tra Urano in Ariete e Plutone in Capricorno, portano a pensare che il vostro benessere fisico questo mese è un po’ minato: denti e ossa in primo piano. Cure e trattamenti innovativi previsti.
Fortuna: finalmente il grande trigono porta un po’ di ritorno in denaro, difatti, Venere e Sole in trigono a Giove, consegnano denaro che si attendeva da tempo e, all’improvviso per effetto della Dea Bendata.

Cartomanti: 899.01.21.26. – 899.04.20.41.
Cartomanti: 899.03.20.89. – 899.48.20.79
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera: 0901.99.66.11.
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.93.
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.87.
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Valentina     cod:   1
Annabella     cod:  2
Elenia           cod:   3
Nicla             cod:   4
Celestia        cod:   5
Cristiano     cod:   7
Azzurra       cod:  10
Hellen          cod:  11
Sara             cod:  12


  • 0

Acquario Oroscopo Febbraio 2013

Acquario:

Le Stelle di Febbraio 2013

ACQUARIO (IO CONOSCO)

Febbraio è chiaramente il mese dell’Aquario, i pianeti sono in Stellium nel suo cielo ed è proprio questo segno che darà le maggiori risposte questo mese nel lavoro, nell’amore e verso la famiglia. Marte e Nettuno congiunto nel segno dei Pesci, vostro secondo campo (il denaro) e quarto dell’oroscopo generale, parla chiaro per quanto riguarda l’economia domestica: spese e denaro speso con troppa velocità. La congiunzione di per sé non è negativa, proprio perché allerta la parte di sogno dei nati e il coraggio. Se avete un sogno nel cassetto e desiderate cogliere un’occasione che potrebbe permettervi di riuscire a realizzarlo, ecco che l’aspetto in questione vi porterà a rischiare ma … nel bene e nel male. Potrebbe andarvi oppure no ma se la fortuna aiuta gli audaci, chissà che non la spuntiate. L’importante è tenere un po’ a bada Nettuno che confonde e crea strane immagini di contorno, se riuscirete nel mettere in campo l’attenzione giusta sul pianeta esoterico dello zodiaco, allora sarete ad un passo dalla vittoria. Gli artisti e tutti coloro che dell’immaginazione hanno bisogno per esprimere al meglio i loro talenti, saranno aiutati a mostrare la loro originalità e capacità artistica con coraggio, raccogliendo buoni
ritorni. La quadratura tra Urano e Plutone, nel campo della comunicazione e sovrapposto al
quinto del grafico generale: l’amore, i divertimenti e i figli: il dodicesimo campo toccato da
Plutone sul limitare del primo, il tutto, per effetto della Luna in opposizione al pianeta dal nono campo (viaggi e stranieri) sull’undicesimo, le amicizie e collaborazioni, portano a pensare che le persone legate sentimentalmente e che hanno storie lontane o con partner viaggianti, avranno sicuramente delle difficoltà di comunicazione e da qui, i malintesi, il carattere ribelle degli Aquario e, la voglia del segno di affrettare i tempi, qualche rottura o fermo nella coppia, li porterà. Marte contribuisce a rendere eccitante il vostro incedere ma il carattere risulterà permaloso, ovvero, il faccino mefistofelico che incanterà molti questo mese ma non riuscirà a concludere granché in amore. Le coppie collaudate vivranno momenti di tensione. Il lavoro gira mediamente bene e fortuna per alcuni di voi che riusciranno ad ottenere l’assunzione desiderata. E’ il mese del sogno ma anche dell’arroganza in amore, molti di voi acquisteranno una casa, altri la cercheranno, Mercurio mette le ali ai piedi e i traslochi sono dietro l’angolo.
Benessere: troppo nevrotici e fissati sulle vostre convinzioni, lasciate correre ogni tanto,
rilassatevi o l’ansia si farà sentire. Marte invita allo sport.
Fortuna: Giove in trigono con Sole e Venere favorisce e porta fortuna ai legami collaudati,
migliora le entrate e porta fiori per le spose che da troppo tempo vivono legami di coppia ufficiali ma non hanno ancora concretizzato in un matrimonio o convivenza.

Cartomanti: 899.01.21.26. – 899.04.20.41.
Cartomanti: 899.03.20.89. – 899.48.20.79
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera: 0901.99.66.11.
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.93.
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.87.
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Valentina     cod:   1
Annabella     cod:  2
Elenia           cod:   3
Nicla             cod:   4
Celestia        cod:   5
Cristiano     cod:   7
Azzurra       cod:  10
Hellen          cod:  11
Sara             cod:  12


  • 0

Capricorno Oroscopo Febbraio 2013

Capricorno:

Le Stelle di Febbraio 2013

CAPRICORNO (IO USO)

Questioni legali e finanziarie in primo piano per i nati del segno in questo Febbraio all’insegna del desiderio di rimettersi a nuovo ed atmosfera tra le più romantiche che non dovrebbe essere sottovalutata. Giove, il signore della Fortuna e colui che espande ciò che di buono farete in questo mese, è in gran trigono, porta fortuna e prosperità ed allaccia il sodalizio con il Sole acquari ano e la Luna che di Rivoluzione si veste dei panni del segno della Bilancia. La casa, i figli e l’amore sono protetti. I figli contribuiranno a colorare il vostro mese con diverse soddisfazioni che vi renderanno orgogliosi. I single avranno la possibilità di fare nuove e stravaganti conoscenze, amori leggeri e che non richiedono grande impegno ma che vi permetteranno di staccare la spina da vecchie situazioni che non riuscite a cancellare. Se siete artisti e vi muovete nel settore dello spettacolo, il transito in oggetto consegna idee geniali, mostra originale talento e inventiva che vi farà incassare elogi e denaro sonante. La quinta casa astrologica, difatti, non è solo gioco svago e divertimenti ma anche il biglietto da visita per chi ruota intorno o si muove nel mondo artistico: cinema, televisione e radio. Urano in Ariete in opposizione alla Luna bilancina, solo per i primi giorni, metterà pepe sulle vostre aspettative. Sappiate controllare l’impulso a prendere decisioni affrettate e che, per effetto di una quadratura scambiata dal pianeta con Plutone, il denaro vivrebbe un momento difficile. Se avrete la forza di controllare le vostre energie che Marte in congiunzione e nel segno dei Pesci, spinge allo scoperto, potrete evitare di peggiorare situazioni che richiedono tutta la vostra calma e fair play.
Benessere: Marte chiede al vostro fisico di muovervi, di smettere di fumare se siete fumatori accaniti e di moderare alcool e medicine che se non sono proprio necessarie, possono far male.
Fortuna: denaro in entrata grazie a Venere in trigono con Giove che vi gratifica dal
secondo/terzo campo al settimo (vostra casa dei giochi e dell’amore).

Cartomanti: 899.01.21.26. – 899.04.20.41.
Cartomanti: 899.03.20.89. – 899.48.20.79
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera: 0901.99.66.11.
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.93.
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.87.
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Valentina     cod:   1
Annabella     cod:  2
Elenia           cod:   3
Nicla             cod:   4
Celestia        cod:   5
Cristiano     cod:   7
Azzurra       cod:  10
Hellen          cod:  11
Sara             cod:  12


  • 0

Sagittario Oroscopo Febbraio 2013

Sagittario:

Le Stelle di febbraio 2013

SAGITTARIO (IO VEDO)

Plutone nel vostro primo campo e seconda casa astrologica di Rivoluzione mette l’accento sul denaro, in entrata e in uscita. Perché diciamo questo? Proprio perché il pianeta in tal posizione è rende sempre artifici del proprio destino e consegna una forza propositiva e decisionale, dalla quale non si riesce a svincolarsi. Se per il segno che vi ha preceduto, il caos finanziario toccava la famiglia, in questo caso il discorso si estende e abbraccia anche la vostra persona, troppe spese per voi e troppe senza la considerazione di quanto entrava. Avete la possibilità di riconsiderare la vostra economia con maggiore attenzione e andando nel dettaglio, fatelo, questo consigliano le vostre stelle. Se cercate lavoro, voi che in ogni caso siete una lavoratrice o lavoratore indefesso/a, lo troverete ma non alla velocità della luce con cui vi serve. Il mese in questione vi chiede di organizzarvi con maggiore attenzione a quelle che sono le priorità della vostra vita.
Importante anche il discorso sui figli che, qualche preoccupazione ve l’hanno data. Il consiglio delle stelle è quello di ricominciare a parlare con loro ma facendolo, dovrete anche ascoltarli. La priorità in questo mese sono i figli, l’amore è troppo sentito da voi, per i single è diventata la priorità assoluta, anche se poi, di priorità ne avreste altre, non riuscite a non metterlo come prima priorità nella vostra vita. Puntate i piedi, vi divertite, siete senza inibizioni ed entrate anche in legami che non vi appartengono e dove questo mese, con la vostra voglia di avere sempre ciò che desiderate in amore, potreste trovarci in disagio e con qualche difficoltà. Non dimenticate di essere prudente, spesso un partner cercato o ambito può avere nell’ombra una compagna o una moglie… è a queste figure che si rivolge il cielo di Febbraio, ed a voi: più cautela, scatenerete la gelosia di qualche moglie. Trasloco in vista e per chi sta temporeggiando, è meglio che si dia da fare, questo mese presenterà delle valide occasioni immobiliari, sia che andiate in affitto, sia che acquistate con l’aiuto di mamma e papà.
Benessere: ottima forma fisica ma il pianeta rosso consiglia sport come priorità e sano
divertimento ma con i figli.
Fortuna: anche per voi Giove e Venere portano qualche buona notiziola, il lavoro e verso la metà del mese, in arrivo le buone notizie, da amiche o donne.

Cartomanti: 899.01.21.26. – 899.04.20.41.
Cartomanti: 899.03.20.89. – 899.48.20.79
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera: 0901.99.66.11.
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.93.
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.87.
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Valentina     cod:   1
Annabella     cod:  2
Elenia           cod:   3
Nicla             cod:   4
Celestia        cod:   5
Cristiano     cod:   7
Azzurra       cod:  10
Hellen          cod:  11
Sara             cod:  12


  • 0

Bilancia Oroscopo febbraio 2013

Bilancia:

Le Stelle di Febbraio 2013

BILANCIA (IO BILANCIO)

Il mese di Febbraio si apre all’insegna della Bilancia e non perché ci sia la Luna nel segno
salottiero per eccellenza ma per l’effetto creato dal luminare notturno che lega il più potente dei pianeti, Giove in Gemelli, al luminare diurno, Sole in Aquario. La triade d’aria, contribuisce a dare maggiore slancio alla professione dei nati, che seppur da un lato riceve dissonanze per effetto di pianeti come Marte e Nettuno in quarto campo, la famiglia, è pur vero che il cielo è contro bilanciato dal potente aspetto di ritorno che porta in dote Giove che apre a Venere Sole e Urano, aspetti fondamentali e forieri di successo. La dissonanza portata da Urano sulla Luna, solo per qualche giorno, evidenzia una presenza femminile che lavora nell’ombra al fine di farvi qualche sgambetto o portarvi via ciò che per voi è successo scontato. La risposta sulla dodicesima è Luna Sole in trigono, binomio forte e che non teme scalfitture. Bene Saturno dal secondo campo che in sestile a Plutone porta a pensare che serietà e solidità sarà il leit motiv nelle questioni economiche. Un aspetto potente se consideriamo che Saturno nel segno della Bilancia si esalta e porta maggiore forza decisionale per riuscire a raggiungere i propri obiettivi. Un potente inconscio in primo piano funge da guida, sia in campo intellettuale, sia creativo, al fine di raggiungere le vostre mete che questo mese, sapranno rivelarsi una volta di più. Serietà e lealtà guidano le vostre azioni. Ambizione diretta verso scopi precisi, i nati anche questo mese
non si muoveranno per caso ma cercheranno sempre di migliorarsi. Le coppie sono salde e i
nuovi amori nasceranno con la promessa dell’impegno. Chi cerca lavoro, avrà la possibilità di avere buoni contatti ed altrettante buone risposte.
Benessere: lasciatevi andare ogni tanto e staccate la spina dalla vostra voglia di essere sempre indispensabile per tutti.
Fortuna: successo e fortuna per questo segno che vede in Febbraio il giusto aiutino contro le malelingue. Sarà infatti la fortuna a farvi scoprire chi trama alle vostre spalle.

 

Cartomanti: 899.01.21.26. – 899.04.20.41.
Cartomanti: 899.03.20.89. – 899.48.20.79
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera: 0901.99.66.11.
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.93.
Contatti con  una  Carta di Credito: 06.955.444.87.
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Valentina     cod:   1
Annabella     cod:  2
Elenia           cod:   3
Nicla             cod:   4
Celestia        cod:   5
Cristiano     cod:   7
Azzurra       cod:  10
Hellen          cod:  11
Sara             cod:  12


Newsletter

Oroscopo di Oggi

ariete toro gemelli cancro leone vergine bilancia scorpione sagittario capricorno acquario pesci
E per l'oroscopo personalizzato chiama:

899.32.52.97
899.43.42.11
899.24.24.21

Operatori

Almanacco del Giorno

Video in Evidenza

I Ching

Ultime dal forum

Siamo anche su Twitter